Crea sito

Pagina 7

Un’Arte che, per la libertà delle immagini, per la freschezza delle impressioni, il lirismo tutto che vi domina, fa della Orsini un’artista nella accezione del termine e l’affianca ai classici come ai moderni. Ella gode di una forza espressiva, di una immaginazione che non la distaccano però dalla realtà sensibile. La sua invenzione non è mai gratuita. La trasposizione visionaria di cui è legame il quadro, Ella la riceve spontaneamente, non la sollecita mai. La Orsini sa, quasi d’istinto, che lo stato della creazione è uno stato di grazia, davanti al quale, come nello stato mistico, bisogna fare il vuoto … Ed è così che Ella è solo preoccupata di esprimere, il più direttamente e il più esattamente possibile, il suo sogno in presenza del reale. Ora, l’impressione netta che si riceve osservando le tele dell’artista, è quella che si ha quando ci si trova davanti ad una pittrice a cui l’arte appartiene per intero e che è come l’immagine riflessa della sua anima.
Tutti i quadri di Nunzia Orsini hanno il pregio della semplicità: sono evasioni, sono rappresentazioni di vita libera dal centro urbano, oppresso da un’atmosfera resa irrespirabile, dove l’anima perde ogni contatto con il bello. Sono rapide sintesi coloristiche di racconti, di avvenimenti, in cui la sintassi si snoda e si armonizza; sono tuffi misurati nella natura, che ha come sfondo un cielo carico di luce; sono tramonti infuocati; sono albe segnate da luminosa ed incantevole bellezza. Sono momenti di vita contadina espressi in una pace bucolica en plein air; le sue opere sono la prova di un entusiasmo in contenuto davanti agli spettacoli della natura e della vita. La giustezza di accordi cromatici, la luminosità diffusa che investe e assorbe la rappresentazione pittorica, i contenuti misurati tra ombre e luci, l’abile interpretazione di paesaggi veri o immaginati, che godono di spazialità e di armonia, sono gli elementi essenziali d’una arte essenziale: quella di Nunzia Orsini, la cui opera, così concepita, appare come largamente sentita ed offre motivo di ammirazione e d’imitazione per quelli che la pittura sentono come elemento d’elevazione.
Roberto Maria Ferrari (critico d'arte)
 

Page 7

An art that, for the freedom of the images, for the freshness of the impressions, the lyricism that dominates everything, is an artist in the Orsini and the sense of the word alongside the classics to modern. She has an expressive power of an imagination that will not detach from reality, however, sensitive. His invention is never free. The transposition of visionary whose link is the picture, she receives it spontaneously, not the calls ever. The Orsini knows, almost instinctively, that the state is creating a state of grace, before which, as in the mystical state, the vacuum needs to be done ... And that's how she is just concerned to express, as directly and as exactly as possible, in the presence of his dream real. Now, you get the distinct impression that by looking at the paintings of the artist, is that you have when you are in front of a painter that art belongs in full and that is like a mirror image of his soul.
  All paintings Nunzia Orsini have the advantage of simplicity: they are evasions, are representations of life free from the city center, oppressed by an atmosphere made unbreathable, where the soul loses all contact with beauty. They are quick coloristic synthesis of short stories, events, where the syntax twists and blends, dips are measured in nature, which is set against a sky full of light; are sunsets, sunrises are marked by bright and charming beauty. These are moments of rural life expressed in a bucolic calm en plein air, his works are evidence of an enthusiasm in front of entertainment content and the nature of life.

“… The justness of chromatic accords, the diffused brightness that invests and absorbs the pictorial representation, the measured contents between shades and lights, the skilled interpretation of true landscapes or imagined, that enjoy of spatiality and of harmony, they are the essential elements of an essential art: that of Nunzia Orsini, whose work, so conceived, appear largely felt and she offers motive for  admiration   and   imitation  for those    that feel    painting as elevation element …”     

Roberto Maria Ferrari (art critic)